Scultura in cartapesta (2019)

Era da molto tempo che avevo in testa di provare a fare una scultura in cartapesta e quest’estate è finalmente arrivato il momento giusto. L’avevo nella testa già da diversi anni e così ho iniziato…..

Prima ho realizzato una struttura in legno con pezzi di recupero….

20190718_210355

… e poi con carta da giornale e scotch di carta ho iniziato a dare forma sommaria a quello che avevo in mente, e man mano che andavo avanti la forma si è sviluppata anche nella mia immaginazione.

20190722_182253.jpg

    20190722_182302

Per consolidare la forma ho ricoperto il tutto con un paio di strati di carta di giornale e il classico miscuglio di colla vinilica e acqua….

 

Dato che volevo rendere la scultura dura e solida, ho preparato la cartapesta:

  • ho tagliato un giornale in piccoli pezzi e l’ho lasciato per una notte a bagno in acqua dentro una bacinella;
  • con il frullatore a immersione il giorno dopo ho sminuzzato l’intruglio il più possibile;
  • ho strizzato il tutto con l’aiuto di un colino per eliminare l’acqua in eccesso;
  • ho impastato la poltiglia con colla vinilica, finché non ha raggiunto una consistenza tale da permettermi di “spalmarla” sulla mia scultura.

 

Per la cartapesta vedi ad esempio questo video di “ArteDammil5” su YouTube 

C’è voluto poi qualche giorno sul terrazzo al caldo estivo perché la cartapesta si asciugasse completamente e si indurisse, però alla fine la superficie della scultura è diventata solida e dura.  

20190802_122107.jpg

…. non ancora contenta, visto che la superficie risultava abbastanza ruvida, ho voluto ricoprire di nuovo il tutto con uno strato di carta da cucina, sempre tagliata a pezzetti,  e fissata con pennello e la solita mistura di colla vinilica e acqua.20190804_15225720190804_165432

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Finalmente è arrivato il momento di DIPINGERE!!!

Ho usato gli acrilici e cercato di utilizzare la stessa modalità che uso quando dipingo su tela o carta, stratificando di colori. D’altra parte questa scultura voleva proprio essere la trasposizione a tre dimensioni delle forme che dipingo, una forma vegetal-animale in divenire e in movimento….

Non so se ho reso l’idea, magari ho anche un po’ esagerato con i colori, come mio solito, ma d’altra parte questo era il mio primo tentativo! 

20190807_162720

20190807_154138

20190809_155947

20190809_16381020190809_163825.jpg

DSC03178

DSC03179

 

AV-VENIRE (2019)

amichevolmente “Il mio mostro”…… 

Annunci

Labirinti (2013)

Quest’anno ho voluto riflettere sul tema del PERCORSO e del SEGNAVIA passando anche dal LABIRINTO.

Sul tema del SEGNAVIA mi sono anche divertita a fare delle foto durante le mie camminate in montagna.

 

2013_01_percorso con segnale
PERCORSO CON SEGNALE – (50 x 70 cm) x 2 – acrilici su carta 

 

2013_03_labirinto con sentiero rosso
LABIRINTO CON SENTIERO ROSSO – 100 x 35 cm – acrilici su carta

 

2013_06_indicami la strada
INDICAMI LA STRADA – 130 x 55 cm. – acrilici su tela

 

2013_05_labirinto terra
LABIRINTO TERRA – 100 x 70 cm. – acrilici su carta

 

2013_07_impatto!
IMPATTO – 130 x 55 cm. – acrilici su tela

 

 

2013_09_ingrandimento turchese
LABIRINTO TURCHESE – 55 x 45 cm. – acrilici su tela

2013_08_ingrandimento arancione
LABIRINTO ARANCIONE – 55 x 50 cm. – acrilici su tela

 

Terra! (2012)

 

2012_terra
TERRA – 120 X 90 cm. – acrilici su tela – 2012

 

“Terra”  è il mio preferito di quest’anno! Mi ci tufferei dentro!

2012_tocco arancione
TOCCO ARANCIONE – 80 x 80 cm. – acrilici su tela – 2012

2012_oggetto galleggiante in verde
GALLEGGIANTE – (50 x 70 cm) x 2 – acrilici su carta intelala – 2012

 

2012_due foglie
INSIEME – 70 x 75 cm. – acrilici su tela – 2012

 

2012_onda in azzurro
ONDA – 70 x 75 cm. – acrilici su tela – 2012

2012_notturno
NOTTE – (50 x 70 cm.) x 2 – acrilici su carta intelata – 2012

 

Da vicino e da lontano (2018)

Notte

 Notte – 90 x 50 – acrilico su tela

 

Da vicino                     Segnavia

Da vicino – 50 x 70              acrilici su carta         Segnavia – 50 x 70

 

Terra

 Terra – 50 x 70 – acrilico su tela

 

Riduzione

 Riduzione – 70 x 90  – acrilico su tela

 

Accoglienza uno

 Accoglienza uno – 100 x 53  – acrilico su carta

Accoglienza due

Accoglienza due – 100 x 65  – acrilico su carta

 

 

Pasta di mais

Un paio di anni fa, ho scoperto invece la pasta di mais, un impasto molto più liscio della pasta di sale con il quale si ottengono risultati sorprendenti! Inoltre non necessita di cottura, bisogna solo avere l’accortezza di proteggere la pasta non in uso con del cellophane in modo che non si secchi. Gli ingredienti sono inoltre facilmente reperibili (maizena – colla vinilica – vasellina – crema per le mani – carta da forno)

Riporto qui il sito da quale ho tratto la ricetta della pasta di mais a freddo e le informazioni base da sapere.

La pasta di Grace

Aggiungo che ai bambini piace molto perché assomiglia quasi alla plastilina!

Questi oggettini li ho realizzati infatti assieme a mia figlia 🙂

 

WP_20170912_18_10_56_Pro

Pasta di sale

 

Un materiale facile ed economico per giocare con i bambini!

 

WP_20160130_16_16_07_Pro

Proporzioni:

100 g. farina

100 g. sale fino

125 ml. acqua

1 cucchiaio di colla vinilica

Colorare la pasta con colori a tempera o acrilici direttamente nell’impasto!

Per creare il gancetto creare un anello di filo di alluminio o di ferro

e infilarlo nella pasta fresca.

Per sorreggere la struttura inserire uno stuzzicadenti all’interno.

L’impronta a stella l’ho ottenuta con il retro di un tappo di pennarello!

Cuocere il tutto nel forno a lungo con calore basso!

WP_20160130_19_25_09_Pro

 

Mobile dipinto

Ho deciso di trasformare un mobile bianco che ho sul terrazzo in un MOBILE QUADRO, lasciandomi andare come se dipingessi una tela. Quando sono partita non sapevo bene cosa ne sarebbe uscito ma volevo lasciarmi stupire!

Naturalmente ho iniziato carteggiando leggermente tutto l’esterno del mobile, ho ripulito tutto con l’alcol e ho dato una mano di primer, dato che il mobile era in laminato.

WP_20170813_14_26_14_Pro     WP_20170813_14_26_35_Pro       WP_20170813_14_50_27_Pro

Ho utilizzato per il colore base le vernici ad acqua verde e gialla che avevo già in casa realizzando una base di colore non omogeneo sul quale poi dipingere con gli acrilici. Ho anche graffiato qua e là il colore per aggiungere un ulteriore effetto….

Qui di seguito le foto relative ai vari stadi della pittura ….

Ed ecco il risultato finale!

Come ultimo passo ho verniciato il tutto con una vernice trasparente opaca.

WP_20170819_08_58_43_Pro

Cosa ne dite?